Ferrari.

La Rossa di Maranello è: un brand, un’auto, una divinità dell’olimpo sportivo, un sogno, una bandiera dell’Italia, un’azienda con i fiocchi.

Ed anche una internet community molto articolata.

Come si può immaginare, il sito Ferrari offre ai navigatori appassionati di tutto e di più, ma molte parti del sito sono riservate a chi effettua la registrazione a pagamento. (Esiste un livello “guest” gratuito, ma non permette di fare quasi nulla, a parte guardare la vetrina col naso schiacciato sul monitor).

La sezione FerrariWorldBlog presenta una piattaforma formata da tre siti, tutti blog: quello scritto da Felipe Massa, quello curato dalla redazione, denominato FerrariWorld Staff, e quello scritto in prima persona dai lettori accreditati, Box Ferrari.

Il tutto accompagnato, con lo spirito competitivo che non può mancare in questo mondo, dalla pole position dei commenti e relativi blogger, cioè la sezione dove sono riportati gli utenti più attivi (con numero di commenti) e i blog più commentati.

Un piccolo-grande universo interattivo che è ben presentato nella pagina del “comesifa”, e costituisce un insieme di grande interesse per chiunque voglia avvicinarsi (e magari farsi sentire) in quel mitico ambiente ferrarista.

Leggere le impressioni di Felipe Massa può effettivamente essere bello per un appassionato, rispondergli poi deve essere qualcosa di elettrizzante.
Come immagino possa essere interessante leggere periodicamente degli articoli dedicati espressamente alla community, come quelli disponibili nel blog di redazione.
E per chi si dimostra attivo nel commentare, e sufficientemente interessato a scrivere regolarmente, si può aprire la porta del blog Box Ferrari, dove diventare blog editor ufficiale.

Che dire? Inutile che faccia finta.

Pur vergognandomi un po’ (mi sembra di essere un traditore della patria!) e sentendomi una piccola nullità di fronte a questa magnifica realtà economica-mediatico-sportiva che fa onore a tutti gli italiani, me compreso – sono rimasto un po’ perplesso.

Per due fattori: il fatto di doversi registrare per fare qualsiasi cosa (compreso commentare i blog), e il fatto di dover pagare per poter scaricare il salvaschermo che preferisco, o vedere un video.

In tempi in cui il New York Times mette a disposizione la propria informazione gratis, i ferraristi devono mettere mano al portafogli per avere la Ferrari sullo sfondo del PC?

Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: