Fujitsu Technology Solutions.

Dunque: l’argomento è praticamente incomprensibile a chi non è addentro al mondo del Dynamic Data Center e dell’Information Technology in generale.

Nel sito compaiono continuamente parole come virtualizzazione, bladeframe, VMware, storage, CetricStor Virtual Tape Alliance, storage, server, network, infratruttura virtualizzata, disaster recovery (!), Xen… oltre a sigle come TCO (Total Cost of Ownership), PAN (Processing Area Network), SOA (Service Oriented Architecture), SOI (come sopra ma con Integration alla fine), DDC, FC, NAS, iSCSI…

Insomma, sul blog Data Center Conversations il dialogo non è alla portata di tutti (sicuramente non alla mia).

Ma in questo ambiente ipertecnologico, io ho visto delle orecchie all’ascolto e questa è sempre una notizia eccellente.

Vorrei quindi citare, a questo punto, le cose che sono riuscito… non solo a capire, ma anche ad apprezzare:

– il fatto che qui c’è un presidente e amministratore delegato che blogga

– un post dove si spiega che parlare di Information Infrustructure che supporti ambienti virtualizzati con VMware è più facile se pensi alle autostrade romagnole degli anni ’60

in home page un sondaggio ti chiede la tua opinione

– anche i supertecnici hanno dei dubbi (mi riferisco al post Parliamo di Dynamic Data Center, ma chi lo conosce realmente?)

– su Youtube il giornalista del Sole24Ore Emil Abirascid parla di tutto questo in termini “umani”, senza dimenticare che l’ecocompatibilità à sempre più importante

Per concludere, è evidente che siamo in un ambito molto ristretto e quindi le dinamiche dell’ascolto si rivolgono a un pubblico di addetti ai lavori, ma proprio perché si potrebbe pensare che l’IT non è molto “social”, trovo invece encomiabile l’apertura di quest’azienda.

Del resto questi ambienti – in contesti quali gli USA, il Giappone e l’Asia – bloggano da sempre alla grande, sia esternamente sia internamente alle aziende.

Bollino giallo quindi meritato per Fujitsu-Siemens, con l’augurio di saper sempre riscaldare lo scambio professionale e tecnico con la voce inconfondibilmente umana di un blog. Per dirla con una sigla: ACGKS! (Avanti Così Geeks!)

[UPDATE – 7 Luglio 2009: Modifico il nome del post da “Fujitsu Siemens Italia” a “Fujitsu Technology Solutions” su richiesta dell’azienda].

Tag: , , , , , , ,

14 Risposte to “Fujitsu Technology Solutions.”

  1. Maurizio Paci Says:

    Grazie per il commento, mi fa piacere “avere le orecchie” . Un mio vecchio “maestro di vita” mi ha sempre detto che bisogna considerare che il rapporto orecchie-bocca è 2 a 1, almeno per ricordarsi di ascoltare il doppio di quanto si parla. Il marketing è comunicazione e spesso si rischia di parlare più di quanto si ascolti. Il fatto di rivolgerci quasi sempre a esperti del settore ci ha, purtroppo, portati ad utilizzare un linguaggio per pochi eletti che può risultare oscuro. In questo caso ascoltare, ma anche solo guardare negli occhi, i nostri interlocutori, può aiutarci ad aggiustare il tiro e rendere i nostri messaggi più “umani”, per questo facciamo un marketing “di trincea” che vuole sempre controllare che i messaggi arrivino dall’altra parte ma siano anche resi comprensibili; dai clienti bisogna andarci, bisogna essere chiari ed onesti, vicini alla loro cultura e alle loro esperienze. Da qui l’analogia con le autostrade del sole, con le automobili, con la vita “reale”. Tra qualche decennio, probabilmente, ci sarà qualcun’altro che farà analogie con la virtualizzazione…..chissà

  2. katia Triggiani Says:

    Ringrazio per il riconoscimento, che estendo ai parters che ci aiutano ogni settimana a tener viva l’attenzione sugli argomenti che edesideriamo condividere!
    Katia

  3. max Says:

    come dicevo nell’articolo a voi dedicato, lo sforzo di adeguare il linguaggio tecnico alla vita reale c’è e si vede, nel vostro sito.

    il suo commento mi conferma la vostra sensibilità all’ascolto nonostante (o forse proprio per questo?) l’apparente osticità dei vostri argomenti.

    trovo sempre stimolante constatare che l’attegiamento di ascolto non conosce distinzioni, dai cioccolatini ai data center, chi vuol parlare ai suoi clienti si ritrova su quel famoso rapporto bocca-orecchie…

  4. katia Triggiani Says:

    Mi aggrego al post di Maurizio per esprimere ancora una volta entusiasmo perchè ancora in pochi oggi credono che comunicare apertamente con i propri interlocutori, possa essere impossibile.

    Nonostante gli argomenti di discussione siano spesso di nicchia o molto tecnici, un blog o un forum, può essere di aiuto immediato per chi cerca informazioni, per chi vuole esprimere un parere, senza vincoli nè barriere temporali.
    Ciò che trovo più difficile in genere è trovare l’interlocutore giusto con cui parlare e la rete è oggi l’unico strumento che mi aiuta, in un mare di informazioni, a trovare le persone competenti in una materia.

    Noi markettari a volte sembriamo visionari, ma quando iniziamo proprio noi a portare avanti idee e iniziative nuove, dimostriamo di essere concreti quanto gli altri🙂

  5. max Says:

    anzi, direi che proprio chi si mette “in pista” con uno strumento diretto e senza filtri come un blog, dimostra una concretezza fortissima.

    non tutti sono capaci di fare passi del genere, molti sono paralizzati dalle paure (che poi si rivelano al 99% infondate, ma se non provi non lo sai…).

    va anche detto che per le aziende può essere difficile avere il dinamismo e quel pizzico di elasticità necessaria ad aprire un blog, certo è che chi lo fa poi difficilmente torna indietro, come insegnano le esperienze statunitensi (sto leggendo “blog in azienda” di debbie weil/etas kompass, visto l’entusiasmo mi sento di consigliarvelo, anche solo come referenza da sfogliare qua e là, è pieno di ottime cose – a proposito, non sono coinvolto, eh…).

  6. Data Center Conversations » Le aziende che ascoltano… Says:

    […] Grazie ad una pubblicazione indipendente, abbiamo avuto il bollino giallo per essere un’azienda “con le orecchie”: https://aziendeconleorecchie.wordpress.com/2007/12/07/fujitsu-siemens-italia/#comment-97 […]

  7. Alberto Fabiani Says:

    Ringrazio WordPress a nome di Intel Corporation per il riconoscimento e ringrazio ancora una volta Fujitsu-Siemens Computers per averci reso partecipi di questa bella iniziativa.
    Ascoltare e’ piú difficile che parlare, e farlo online aggiunge qualche difficolta’ ulteriore: l’esercizio del blog va certamente in questa direzione e siamo molto contenti che sia stato apprezzato.
    Ritengo indispensabile che noi ‘apriamo’ le orecchie per ascoltare i nostri clienti per comprendere davvero le loro necessita’ e cosa si aspettano dai fornitori di tecnologie; e’ altrettanto importante che noi poniamo maggiore attenzione a rendere meno criptico il nostro linguaggio: sono convinto che se si ha qualcosa di interessante da raccontare e’ bene accertarsi di spiegarlo in modo che ci ascolta lo comprenda…
    Garantisco che noi ‘geeks’ ci impegneremo in questa direzione.🙂

  8. katia Triggiani Says:

    Max,
    quanto costa il libro “blog in azienda” di debbie weil/etas kompass?
    Potremmo regalarlo come gadget a chi si iscrive al webcast che stiamo progettando di realizzare….
    Hai esperienza in materia?
    Katia

  9. max Says:

    il libro costa 20 euro, è senz’altro un bel regalo per chi è interessato all’argomento.

    sui webcast non ho particolare esperienza..

  10. katia Triggiani Says:

    L’esperienza ce la faremo anche noi, ora. In alternativa ai classici eventi dove le persone alla fine vengono meno per poco tempo o altro (abbiamo creato un sondaggino proprio per capire meglio),
    stiamo pianificando una serie di webcast, in cui approfondiremo tematiche diverse e ‘far entrare le persone nella nostra azienda’ senza che affrontino i problemi del traffico, sciopero dei camionisti, riunione fiume dell’ultimo minuto.

    Ovviamente lo facciamo con il supporto di Marco (Massarotto ndr) e la pazienza dei colleghi ITAC (Infrastructure Architecture!) che coinvolgiamo nelle nostre web iniziative togliendole dal gare, presentazioni e offerte…

  11. HAGAKURE | Internet PR Says:

    […] di approfondimento con i propri partner (qui), si è già presa un riconoscimento dalla rete (qui e qui) e, soprattutto sarà uno spazio dove si approfondirà il tema del Green IT, l’ecologia della […]

  12. Data Center Conversations » Riconoscimenti: blogs4biz Says:

    […] il bollino di Azienda con le Orecchie un altro blogger, Alessio Jacona ci ha citati nel suo blog e ha commentato molto positivamente il […]

  13. Riconoscimenti: blogs4biz « Tech4Green Says:

    […] il bollino di Azienda con le Orecchie un altro blogger, Alessio Jacona ci ha citati nel suo blog e ha commentato molto positivamente il […]

  14. Lorenzo Grandi Says:

    Vi segnalo che il progetto ddc-conversations si è evoluto in
    http://tech4green.it

    Se volete dare un’occhiata alla nuova impostazione vi aspettiamo😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: