Skymeeting.

Videoconferenza. Videoconferenza. Videoconferenza.

In questo blog di parla di queste tre cose… ma non vorrei suonare critico: se ne parla con molta cognizione di causa, competenza, e anche visione, come rispecchia l’approccio

“risparmiate Co2, invece che andare a Roma in macchina, fate una bella videoconferenza”

e in effetti, vedendo questa intelligente tabellina viene da pensare.

L’azienda propone servizi di videoconferenza online (si può fare tutto semplicemente con un pc, una connessione veloce, un paio di cuffie e una webcam) ed impiega il blog per diffondere conoscenza su questi temi, stimolare la conversazione e – immagino – per acquisire buone posizioni sui motori di ricerca.

Mentre si nota una voce appassionata e realmente coinvolta (non a caso il titolare dell’azienda è di gran lunga il blogger più attivo tra i cinque autori), e questo è sempre un bene, il blog soffre un po’ della sua natura troppo tecnico-commerciale, e credo che la mancanza di conversazione (cioè di commenti) voglia dire proprio questo.

Il mio modesto parere è che chi scrive questo blog abbia tutti i numeri per imbastire una conversazione un po’ più ampia, ma sia troppo assorbito dai temi commerciali dell’azienda (tools, news sui clienti, consigli e suggerimenti) che servono a utilizzare al meglio i prodotti.

Tutto ciò è naturalmente legittimo oltre che comprensibile, ma vale la pena di farlo notare in quanto un utilizzo più aperto del sito – come è nella natura dei blog – tornerebbe più utile anche ai fini aziendali (a patto di non aspettarsi feedback concreti troppo in fretta… non dimentichiamo che i blog sono un ottimo modo di far accadere le cose indirettamente).

Tag: , , , , ,

2 Risposte to “Skymeeting.”

  1. Antonio Sanguinetti Says:

    Le critiche – e in particolare le critiche costruttive – sono sempre utili. L’idea del corporate blog è nata analizzando esperienze simili introdotte da altre realtà internazionali, che hanno veicolato una serie di informazioni e consigli utili inerenti alla videoconferenza. Personalmente ho ricevuto un feedback molto positivodal blog, senza peraltro rilevare effettivamente commenti in risposta. Va in ogni caso tenuto in considerazione che la materia è molto specifica e che questa tecnologia sta prendendo campo solo ora in Italia. Ringrazio dei suggerimenti, ne farò tesoro.

  2. max Says:

    mille grazie a lei per l’intervento.

    i motivi per cui nascono i corporate blog sono evidentemente sempre diversi, e a mio avviso ogni motivo è giusto.

    qui su Aziende con le Orecchie ne parliamo proprio per capire meglio la natura di questi approcci, così nuova e interessante.

    la questione dei commenti è sempre un punto abbastanza cruciale dei blog, per la loro caratteristica conversazionale, ma è corretto affrotnarla nel contesto, e secondo la propria sensibilità. inoltre spesso con l’evolversi del blog anche la conversazione trova la sua strada (o la cambia).

    un cordiale saluto e buon lavoro,
    massimo carraro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: