Volo Italia.

Volo Italia è un’azienda piemontese attiva nel settore delle forniture impiantistiche per autofficine, carrozzerie, concessionarie auto e industrie.

Così si presenta l’azienda in linguaggio pubblicitario:

Tutta l’energia che serve, dove serve, quando serve.

…e in linguaggio “di prodotto”:

Distributori Aerei/Terra multi utenze

Aria – Liquidi – Energia – Aspirazione

Personalizzabili per officine, carrozzerie, pit stop, gommisti, concessionarie, industrie.

Se non avete capito molto, siete in linea con me.

Ho infatti dovuto concentrarmi per “entrare” nel blog dedicato a questi prodotti e servizi, più di quanto non faccia normalmente.

Qualcuno dirà – segno che stai invecchiando… come negarlo.

Ma il senso della mia osservazione era un altro: la difficoltà di approccio è, a mio modesto parere, la cifra di questo sito che – peraltro – denota visione (nella scelta di fare un blog), assiduità (nella frequenza dei post), competenza (nel contenuto degli stessi).

Non credo che si sia trattato di una scelta consapevole, ma l’impressione che queste pagine danno è di chiusura: prima di tutto per l’argomento ultratecnico, che sembra dire tra le righe “vai via, non è per te”; secondariamente per la registrazione obbligatoria richiesta per il commento, secondo me forte deterrente alla partecipazione. (Anche l’assenza di qualsiasi riferimento personale a chi scrive, pur presente con il proprio nome sotto il titolo dei post, non aiuta).

Niente di male ad usare linguaggi tecnici in argomenti tecnici, per carità, ma siamo proprio sicuri che sia conveniente – anche da un punto di vista tecnico – isolarsi in quella che è un’approfondita, continua disamina dei propri articoli (intercalata ogni tanto da osservazioni di carattere generale)? Non sarebbe più interessante, anche per l’azienda, un minimo di scambio e di conversazione, attraverso un atteggiamento meno centrato su se stessi?

Mi rimane il dubbio di trovarmi davanti a una piattaforma “interna” all’azienda, ma allora qual è il senso di una richiesta progetto o richiesta informazioni?

Ripeto: non penso che si sia deliberatamente voluto creare un ambiente chiuso, sono più propenso a pensare che il blog si sia evoluto così per inerzia, quindi forse può essere utile una piccola riflessione:

Un blog non può essere un sito aziendale dove esporre (in foto e video) i propri prodotti e null’altro.

Può dare molto di più.

Avendo avuto la felice intuizione di crearlo, perché non usarlo al meglio?

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: